H3EDUcamp 2020-2021

H3 - Head - Heart - Hand

La Formazione Esperienziale in Educazione Outdoor

Per noi di Nature Rock, Outdoor significa andare fuori, non solo nel senso di vivere esperienze all'aperto, ma anche e soprattutto nel senso di uscire fuori dalle proprie zone di comfort, cioè uscire fuori dai propri schemi di pensiero e comportamento, dai limiti di punti di vista assodati e ritenuti imprescindibili, sia in campo educativo e pedagogico, sia in campo più ampiamente umano.

 

H3EDUcamp offre quindi un'esperienza di formazione in cui l'Outdoor è proposto e vissuto come una risorsa multidimensionale, che permettere di scoprirsi e crescere sotto molteplici prospettive: 

 

Prima di tutto la Natura: 

la vera protagonista e la formatrice per eccellenza all'interno di questo percorso. Crediamo che imparare a vivere la natura e in natura non significhi solo conoscenza scientifica, ma che significhi prima di tutto entrare in connessione profonda con essa (Biofilia). E' essenziale imparare a mettersi in ascolto, prima ancora di imparare il linguaggio della natura; risvegliare in noi capacità percettive sensoriali e di attenzione, fino ad affinare una capacità di contatto con la natura che fa emergere una sapienza non razionale ma intuitiva, quella che risiede nel selvatico. Cambiare ritmo: l'Educamp proietta in una dimensione temporale più lenta, quella dell'albero, in cui ogni piccolo gesto richiede consapevolezza e presenza, dove si possa abbandonare gradualmente la distrazione frettolosa del vivere quotidiano attuale, per ritrovare e riconquistare presenza attenta nel momento presente.

 

Apprendimento esperienziale H3: 

Head, Hand, Heart, le 3 H che stanno alla base della nostra formazione: la formazione non avviene attraverso lezioni teoriche o frontali, ma attraverso l'esperienza, quello spazio attivo in cui vengono coinvolte testa (pensiero), mano (azione) e cuore (sentimento), come un tutt'uno integro che è la persona stessa. Proprio grazie a questa sua peculiarità, l'esperienza consente un apprendimento reale, una formazione efficace. Conoscenze, tecniche e competenze per la vita in natura: uno stile di vita ecologico richiede conoscenza, rispetto, comprensione dei ritmi naturali. Ciò che si impara all'H3EDUcamp non è la cosiddetta sopravvivenza in natura, bensì l'arte di stare in natura come essere naturale.

 

Team building e relazione umana: 

il gruppo è una risorsa enorme, a patto che sappiamo connetterci positivamente e attivamente con gli altri. La natura ci insegna che da soli la sopravvivenza è difficile, se non impossibile in alcuni casi: da tale insegnamento cogliamo la necessità di ri-imparare il senso di appartenenza e la forza dell'unione, virtù spesso indebolite dalla cultura individualista e competitiva. Non solo: crediamo che per riuscire ad avviare un progetto educativo non è solo necessario essere ben formati nella Didattica Esperienziale Outdoor, ma anche dedicare una parte della formazione alle competenze del lavoro in gruppo e all'educazione comportamentale ed emotiva. Da diversi anni accompagniamo in facilitazione e supervisione realtà educative lavorando sulle competenze principali per aumentare e facilitare il lavoro dietro le quinte. Le relazioni all'interno del Team e la capacità di lavorare in gruppo sono una premessa fondamentale per riuscire a creare e sviluppare a lungo andare una qualsiasi tipologia di progetto e/o struttura educativa.

 

Il gioco: 

recuperare la capacità di giocare risulta essenziale per il benessere della persona adulto. Con la perdita del gioco, si perdono inevitabilmente la leggerezza e l'allegria, il gusto del rischio e del mettersi “in gioco” e. a lungo andare, il senso stesso della vita. Saper giocare e far giocare il gioco come arte di scoperta, conoscenza, problem solving, buon umore, collaborazione, soluzione dei conflitti. Crescita interiore, scoperta di se stessi: dagli albori dell'umanità, la natura stimola ed aiuta l'uomo ad entrare profondamente in se stesso. I percorsi di sviluppo delle potenzialità umane fatti in natura, sono una grande occasione per portarsi alla luce e ampliare il nostro spettro di vita, donando intensità e libertà interiore al nostro quotidiano.

 

Scoperta e connessione con gli altri: 

a volte si cerca la natura per allontanarsi dagli altri. La sfida che lanciamo all'H3EDUcamp è considerare l'altro essere umano come un essere naturale, con il quale sviluppare l'arte dell'ascolto e della connessione. Ecco che accade qualcosa di magico: le abilità di ascolto che ci insegna la natura, si riversano nelle nostre relazioni umane, portando più armonia nelle nostre vite e più capacità di comunicare con gli altri.

 

Pedagogia non direttiva: 

la relazione che ci insegna la natura è non direttiva, cioè una relazione basata sulla collaborazione proattiva, in cui nessuno è passivamente guidato, ma tutti sono chiamati a esprimere iniziativa, intraprendenza, e dove il contributo di ciascuno, anche piccolo, è prezioso. Impariamo insieme a trasportare queste caratteristiche nella relazione educativa.

A chi si rivolge

Il corso è dedicato a tutti coloro che desiderano avvicinarsi alla natura e sviluppare capacità di essere e fare in natura (genitori, educatori, insegnanti, operatori sociali e outdoor, psicomotricisti, accompagnatori nel bosco, appassionati della natura, e più genericamente persone curiose o che desiderano effettuare un percorso di crescita personale).

 

Requisiti per partecipare:

Per partecipare non sono necessari titoli di studio o diplomi particolari, perché riteniamo che la pedagogia sia una disciplina che appartiene a tutti e a cui ciascuno debba avere accesso.

 

Struttura del corso (Primo Anno)

Il corso si articola in 6 fine settimana distribuiti all'interno delle quattro stagioni:

  • 17 - 18 Ottobre 2020
  • 5 - 6 Dicembre 2020 
  • 16 - 17 Gennaio 2021 
  • 13 - 14 Marzo 2021
  • 17 - 18 Aprile 2021 
  • 29 - 30 Maggio 2021

Include esercizi facoltativi da svolgere tra un incontro e l'altro (Es: Diario id formazione, esercizi attivi...) e prevede uno stage formativo facoltativo da organizzare all'interno di un progetto educativo outdoor.

I singoli incontri sono propedeutici l'uno all'altro. Pur essendo possibile la partecipazione a singoli incontri, è caldamente consigliato partecipare a tutto il percorso.

 

Ogni incontro inizia alle ore 9:30 del sabato e si conclude entro le 17:00 della domenica.


Vitto e Alloggio

 

L'alloggio è incluso nel costo di ogni incontro. Qualora preferiate, potete portare la vostra tenda, camper o roulotte (abbiamo spazio a volontà). Le sistemazioni da noi offerte sono: 3 Camerate e la Yurta (68m2) con Stufa, tre Tipi da 3 posti posizionate al camp Nature Rock (non d'inverno). In ogni incontro sono da portare materassino (morbido o gonfiabile), sacco a pelo, cuscino e asciugamano. 

 

Per quanto riguarda il vitto siete invitati a portare una spesa da casa, con cui insieme prepareremo i due pasti non offerti da noi. Per cucinare abbiamo a disposizione una cucina outdoor e una indoor, fornite di stoviglie e utensili. L’acqua la troverete qui. Prima dell’inizio del corso riceverete una lista di alimenti consigliati e oggetti utili.

Primo incontro

 "L'autunno è una seconda primavera, quando ogni foglia è un fiore". (Albert Camus) Un incontro per ricordare insieme il caldo estivo e l'emozione di dormire a cielo aperto! In autunno è il tempo di pensare a come si costruisce un riparo e imparare gradualmente a leggere l'ambiente e raccogliere i diversi materiali naturali per le costruzioni di oggetti utili nella vita quotidiana in natura.

 

Secondo e terzo incontro

L'educazione Esperienziale all'aperto durante l'inverno si presenta piena di piccoli e grandi misteri ed esperienze riflessive. Tutto è rallentato e sembra che nelle ore davanti al fuoco tutto diventi più chiaro e limpido. Un po' come un'aria fresca al mattino - quando il gelo ancora ricopre la vegetazione e prima dell'alba... è il tempo della ricerca di tracce d'animale, della raccolta dei semi e del ritiro nei ripari e negli accampamenti costruiti durante l'incontro di autunno in natura. Viviamo l'avventura di convivere con la natura invece di affrontarla come un ostacolo e un rischio.

 

Quarto incontro

Riconoscere l'essenza della vita, delle piante, la loro classificazione, la raccolta e preparazione delle specie commestibili; fare le corde di fibre vegetali; l’orientamento senza una mappa né una bussola, il camuffamento e la comunicazione segreta in gruppi, l'esperienza del silenzio e la voce interiore... La natura come Insegnante. Essa suscita curiosità̀ guidandoci attraverso situazioni nuove e innescando in noi il bisogno di trovare nuove risposte. A base di esperienze individuali ci intrecciamo a molteplici livelli con tutto ciò che ci circonda.

 

Quinto incontro

Provare ad uscire dalla Zona di comfort e lasciarsi andare al richiamo graduale della natura. Dedicheremo l'incontro in specifico alla pedagogia boschiva e a cercare la relazione con gli alberi. Dal seme, alla pianta, all'albero adulto, al tronco morto ci avvicineremo alla presenza magnifica di un'altra forma di vita.

 

"Piantate alberi, perché ci danno due dei più importanti elementi per la nostra sopravvivenza: ossigeno e libri".

Alan Whitney Brown, The Big Picture, 1991 

 

Sesto incontro

Vogliamo offrire la possibilità di ritrovarci dopo la stagione estiva un'altra volta al Camp Nature Rock e celebrare un anno di Educazione Esperienziale Outdoor. Inoltre invitiamo tutte le persone interessate a conoscere il presente Gruppo, sperimentare alcuni assaggi delle metodologie outdoor e unirsi a noi per iniziare il prossimo ciclo di sei incontri di formazione. Secondo la nostra esperienza il percorso è ideale per chi per lavoro si occupa d'istruzione & educazione. 

 

“The best teachers are those who show you where to look, but don't tell you what to see.”

 Alexandra K.Trenfor